giovedì 17 settembre 2015

Nuovo shop su Dawanda!

Ho aperto un nuovo negozio su Dawanda. Al momento ho inserito solo due collezioni di gioielli, metterò anche altri pezzi. Venitemi a trovare, vi aspetto!

http://it.dawanda.com/shop/Alchimia

Il mio negozio su Dawanda


sabato 13 giugno 2015

Esposizione a Capalbio dal 18 al 24 luglio 2015

Dal 18 al 24 luglio sarò a Capalbio per una esposizione collettiva!


Locandina

Capalbio

Capalbio
Capalbio

sabato 18 aprile 2015

Esposizioni

Ho in programma due esposizioni tra aprile e maggio.
Dal 24 aprile al 3 maggio i pezzi delle parure Ginkgo e Coral saranno esposti a Sorano presso il "Cortilone delle carceri" in Piazza del Poggio. In occasione della Manifestazione artistica "MaremmArt Expò 2015".

Pagina Facebook di MaremmArt Expò 2015

Sono in programma anche altri eventi collaterali teatrali e musicali oltre a delle escursioni nel bellissimo territorio della Maremma toscana, nei dintorni di Sorano ci sono splendidi borghi antichi come Sovana e Pitigliano, un territorio ricco di risorse naturali e artistiche dove degustare buoni vini e una buona cucina con i prodotti del luogo. L'inaugurazione di maremmArt Expò è prevista alle ore 17,00 sempre al "Cortilone"

L'altra esposizione sarà presso la nuova fiera di Roma, dal 15 al 18 maggio parteciperò all'esposizione RomArt 2015 con gioielli e una tela.

www.romart.org


Se vi piacciono le mie cose VOTATELE! Come?

A questo indirizzo:
http://galleria.romart.org/vote/

Online è già visibile la galleria delle opere degli artisti partecipanti con la possibilità di votare le singole opere previa registrazione al sito (basta mettere nome e cognome e la propria e-mail, si riceverà immediatamente una e-mail per continuare con la registrazione indicando nell'apposito modulo la propria e-mail e scegliendo una password).

Per votare le opere

Per votare vai qui

Poi si accede alla pagina iniziale con le opere degli artisti in ordine alfabetico. Se qualcuno volesse votare le mie opere il nome da cercare è Laura Cultrera, questi i link delle opere:

Collana Ginkgo
http://galleria.romart.org/vote/opera.php?i=3427
Anello Ginkgo
http://galleria.romart.org/vote/opera.php?i=3425
Bracciale Ginkgo
http://galleria.romart.org/vote/opera.php?i=3426
Loading opera tecnica mista su tela
http://galleria.romart.org/vote/opera.php?i=3423

Invece per vedere di persona l'esposizione occorre scaricare il biglietto che è gratuito, sul sito http://www.romart.org/ alla sezione "biglietteria" e sempre previa registrazione si può ottenere 1 biglietto gratuito e valido per due persone, da scaricare su smartphone o stampare e presentare all'ingresso della Fiera. Il biglietto anche se gratuito è necessario per entrare alla Fiera.

Vi aspetto, grazie a chi mi verrà a trovare e a chi voterà le mie opere!
Laura

giovedì 19 marzo 2015

Coral

Tornando alle brevi storie che ho scritto, il filo conduttore che le unisce è il rapporto della donna con la natura, un legame profondo e selvaggio delle donne che sono inserite nella società spesso però solo in funzione di ruoli non sempre legittimi, spesso degradanti e comunque subalterni. 


Coral bracciale in argento 925 e diamanti di Herkimer
Coral bracciale in argento 925 e diamanti di Herkimer
Coral anello in argento 925 e diamanti di Herkimer
Coral anello in argento 925 e diamanti di Herkimer
Sappiamo tutte e tutti che il ruolo della donna, sia nelle civiltà occidentali che in quelle del resto del pianeta, è nella stragrande maggioranza dei casi subalterno a quello dell'uomo, ma se in paesi dove vige ancora una sorta di società tribale, la donna è sottomessa al ruolo di madre e moglie obbediente, spesso senza diritti e umiliata da regole dettate dalla violenza e dalla paura (sì ho detto "paura"), nell'occidente le cose si fanno più complicate. Non c'è in occidente un vero e proprio obbligo se non in alcuni casi, piuttosto subiamo un condizionamento continuo e strisciante e subdolo che parte dai genitori inconsapevoli (non sempre ma nella maggioranza dei casi sì) e arriva alla comunicazione di massa in un circolo senza fine. E' un meccanismo complesso di cui si può correre il rischio di non accorgersi in quanto ci nasciamo dentro, esso è già in atto da tempo e lo prendiamo per normale e giusto ma normale e giusto non è. 

Coral orecchini in argento 925 e diamanti di Herkimer
Dalla pubblicità alla stampa, alla televisione la donna deve essere bella, e possibilmente giovane, bella e giovane quindi, poi se è un minimo competitiva o aggressiva non le si perdona questo a meno che non entri a far parte di una figura, un ruolo già codificato e quindi accettato dalla società, non so, un'artista come Madonna ad esempio. Il condizionamento che subiamo in occidente può essere pericoloso in quanto se non ci dotiamo delle giuste armi come l'intelligenza, la forza e lo spirito critico possiamo soccombergli. Questo meccanismo è massicciamente alimentato dal mercato,da grandi multinazionali che ci offrono problemi per metterci in crisi e soluzioni "magiche", purtroppo spesso sopravvalutate ma raccontate dalla pubblicità come delle vere e proprie favole. Il martellamento è continuo è capillare, dovunque, a casa e fuori casa, in TV, nei giornali, al cinema il messaggio è: "così dovresti essere, se non sei così non sei nulla..." Ma qual è il rischio che si corre? Quello di indentificarsi con una donna vuota e in perenne lotta con il tempo, i chili di troppo, le altre donne, quello di non sviluppare una vera e propria personalità e autostima e basarsi essenzialmente sull'aspetto estetico tralasciando il resto e il resto è molto, quasi tutto... sono le nostre difese, la nostra forza che ci aiuteranno quando la pelle non sarà più tesa. 
Coral bracciale prototipo in argento,  progetto e protipo in cera

La storia che in un certo senso prende spunto da ciò è quella legata alla parure Coral, dove una ragazza compie un viaggio metafisico dalla realtà quotidiana ad una realtà diversa in cui è immersa in un bosco e prigioniera di un enorme gabbia preziosa... 

"La stanza nella penombra fu rapidamente inghiottita da una nera oscurità, poi lentamente, molto lentamente cominciarono ad udirsi canti di merli, quei canti che fanno dopo la pioggia e affioravano poco alla volta nella luce che tornava delle foglie,
Coral collarino in argento 925 e diamanti di Herkimer
che si muovevano e parlavano grazie alla brezza. La stanza non era più, non era più una stanza, era un bosco, un interminabile sequenza di foglie e rami e tronchi e terra e intorno, tutt’intorno c’era una gabbia d’argento con dei cristalli incastonati, una gabbia che la circondava e rifletteva la luce che nel bosco si faceva strada tra le fronde. 


Non c’era più la rivista poggiata svogliatamente aperta sul letto sull’ennesimo articolo di beauty, nè lo smartphone, lo smalto delle unghie lasciato aperto sulla sedia e da cui una goccia era caduta sul tessuto, anche quello dov’era? Era sparito tutto, qualsiasi testimonianza di civiltà moderna era scomparsa e ora solo foglie, fiori, rami, terra e il canto degli uccelli nascosti, questo e basta. Forse qualche insetto. Guardare tra gli interstizi della gabbia d’argento a forma di corallo, dormire su un letto di foglie marce e secche sulla terra, non c’era un pertugio abbastanza grande per potersi infilare e uscire. Settembre, non faceva ancora freddo, la gabbia era sempre lì, argentea, risplendente nei suoi cristalli, ogni tanto vi rimaneva incastrata qualche foglia, le gocce di brina mattutina creavano dei giochi di luce."

martedì 3 marzo 2015

Il mio shop on line su Artigianamente.it

Ho aperto un negozio on line sul sito Artigianamente.it, alcuni dei miei gioielli sono in vendita, se le mie cose vi piacciono assegnatemi i vostri Like



Il mio shop on line su Artigianamente

Monstera

Storie a volte tragiche, che raccontano i sentimenti repressi nelle donne. I sentimenti che si possono scatenare in una donna creativa repressa che vede nel suo "capo" un individuo privo di sensibilità nonchè privo anche di quelle qualità che dovrebbe avere chi occupa il suo posto nel lavoro, possono essere molto forti, è il caso della storia associata alla Monstera:

Collana in bronzo con rodoliti e zaffiro rosa sintetico
Collana in bronzo con rodoliti e zaffiro rosa sintetico

Ciondolo in bronzo con rodoliti
Ciondolo in bronzo con rodoliti
"Primo piano, stanza 104 davanti alla porta chiusa lei si chiedeva cosa mai volesse e perché l’aveva convocata, un senso di rifiuto la prendeva allo stomaco come se qualcosa da dentro le stesse stringendo il diaframma. Bussò una, due, tre volte con attese di qualche secondo ognuna ma da dentro si sentiva solo un parlottare vago. Alla fine timidamente girò la maniglia e si affacciò nella stanza con lo sguardo interrogativo. Lui era alla scrivania davanti al computer ma parlava al telefono con qualcuno, la conversazione era iniziata forse da qualche minuto, le fece cenno di sedersi e aspettare e lei si sedette. Aspettava continuandosi a chiedersi cosa volesse, «sicuramente sarà qualche scocciatura» pensava, pensava e aspettava, guardando la finestra aperta dalla quale entrava la luce e una lieve brezza che annunciava l’estate vicina, la tenda si muoveva leggermente andandosi a scontrare con le grandi foglie della pianta di lato, una pianta grande, quasi maestosa con delle grandi foglie con dei buchi, una Monstera.

Orecchini in bronzo con tormaline rosa
Orecchini in bronzo con tormaline rosa


Quella pianta era lì da anni, silente e testimone di chissà quanti intrallazzi del suo «capo», perché lui era uno che intrallazzava molto, se potesse parlare quella pianta chissà quante ne racconterebbe, quanti imbrogli, quante meschinità. Per un attimo sembrava che la conversazione stesse per terminare e lei guardò lui ma niente, incurante ricominciava a parlare e parlare con il suo misterioso interlocutore, parlava come in codice, ovviamente lei non capiva nulla. «Perché mi ha chiamata se vuole stare al telefono?» pensava, il suo tempo era nulla per lui e la sua attesa dovuta.



martedì 17 febbraio 2015

Solo scatole?

Vorrei scrivere qui qualcosa riguardo al packaging dei miei oggetti. Avevo pensato fin dall’inizio di questo progetto che avrei voluto degli oggetti particolari, non semplicemente delle scatole, per quanto se ne trovano anche di molto belle ma... volevo degli oggetti particolari per i miei oggetti (mi si perdoni la ripetizione). 


Progetti per il packaging
Ho iniziato quindi a progettare i primi involucri per la collezione Ginkgo, una serie fatta con la stampante 3D in ABS in cui ho voluto riproporre i disegni dell’oggetto che ognuno contiene.
Scatola per il bracciale Ginkgo (stampa 3D in ABS)
Scatola per il bracciale Ginkgo (stampa 3D in ABS)
Ho affidato i miei progetti a Luigi Perilli che sta realizzando questi begli oggetti destinati a contenere le mie fusioni. Vorrei sottolineare che così come le fusioni anche le scatole sono realizzate una per una con santa pazienza e non sono prodotti in quantità industriale ma una piccola e spero ricercata produzione artistica e artigianale con un poco di high tech.

Per la collezione Coral ho pensato a qualcosa di molto più naturale, quasi organico, e in questo caso interamente fatto a mano dalla mia amica Paola Napoleoni, un’artista a tutto tondo di cui mi fido ciecamente. 



Scatola per il bracciale Coral (cartapesta e foglia argento)
Alcune scatole per la collezione Coral (cartapesta e foglia argento)
Gli oggetti realizzati da Paola per le fusioni Coral riproducono delle pietre arrotondate, nere e bitorzolute, internamente sono rivestite di foglia d’argento trattata, mi piacciono veramente tanto e sono in cartapesta, un materiale estremamente versatile. Anche queste sono uniche, non ce ne sarà mai una uguale all’altra.

Link Luigi Perilli
Link Paola Napoleoni

venerdì 6 febbraio 2015

Donna, natura e società - le ministorie

Dal Blog di Alchimia.comCopyright © 2014 | Laura Cultrera/Alchimia.com
La collezione di gioielli presente nelle pagine del sito che ho dedicato ai miei gioielli (www.alchimia.com) nasce dall’ispirazione alla natura e all’intima connessione della donna con essa in una società sempre più ostile alla donna. Forse non tutte le donne ne sono consapevoli ma io sono convinta che la donna, molto più dell’uomo è fortemente legata alla natura, ai suoi cicli, alla sua potenza e al suo mistero.
Copyright © 2014 | Laura Cultrera/Alchimia.com
Collana in bronzo bagnato oro, tormaline e opali etiopi
E' per questo quindi che ho scritto delle mini-storie per ogni pianta rappresentata nei miei gioielli. Vorrei iniziare con la storia dedicata alle foglie di Ginkgo, il Ginkgo Biloba è forse la pianta più antica presente nel pianeta ed è considerata un fossile vivente. Ha una potente simbologia e per me rappresenta la grazia per la bella forma delle sue foglie a ventaglio.
Copyright © 2014 | Laura Cultrera/Alchimia.com
Anello in bronzo bagnato oro, tormaline e opale etiope
Copyright © 2014 | Laura Cultrera/Alchimia.com
Bracciale in bronzo bagnato oro, tormalina e opali etiopi


«Le dita, le sue lunghe e affusolate dita cominciarono a trasformarsi in qualcosa di estremamente sottile e poi piatto, dei ventagli, dei piccoli ventagli, erano diventati dei rami con delle foglie a forma di ventaglio, erano foglie di ginkgo. Il suo desiderio stava diventando realtà, per quanto possa definirsi reale una realtà irreale... Non sarebbe più stata un essere umano, aveva desiderato spesso di non volere più far parte di quella specie crudele, ne era disgustata. Gli uomini possono scegliere, gli uomini possono decidere di non uccidere, di non torturare, sanno cosa sia la sofferenza tuttavia la infliggono ad altri uomini e alle donne, e ai bambini, e agli animali.

Che razza folle e distruttiva! Ma ora stava diventando altro, in pochi secondi le sue mani non erano più mani ma rami e le dita erano delle bellissime foglie, nel guardarle qualche lacrima scese e si trasformò, in pietre lucenti e sferiche. Non era più un essere umano ora.»

sabato 31 gennaio 2015

Gioielli, le mie ispirazioni

Essendo prima di tutto un’illustratrice ed avendo avuto una formazione esclusivamente artistica sono ispirata in maniera assoluta dalla natura e naturalmente dall’opera di altri artisti. Dato che questa pagina facebook è dedicata ai miei lavori di oreficeria vorrei dedicare alcune righe agli artisti che più di altri mi ispirano nel panorama artistico della gioielleria d’autore. Sono Les Lalanne ed Elisabeth J. Gu. Defner, i primi sono una coppia di artisti francesi, François-Xavier Lalanne (1927-2008) e Claude Lalanne (nata nel 1924), la seconda è austriaca, loro sono tra gli artisti quelli a cui più mi sento affine, sebbene io non voglia in alcun modo paragonarmi a loro sia per differenza di esperienza sia perché comunque credo sia bene mantenere una propria personalità (quando c’è) nei propri lavori. In ogni caso guardando le loro opere qualcosa mi ha colpito nel profondo, comune denominatore è la natura, fonte di innumerevoli opere nell’arte in tutti i campi e polo di attrazione magnetica di fascino, forza, mistero, ma anche richiamo alla parte selvaggia e divina di ognuno.
Un altro artista che mi affascina molto ma dallo stile più astratto e concettuale è Michael Zobel
, svizzero, ci sono moltissimi altri artisti che potrei citare, da ogni parte del mondo, magari prossimamente ne scriverò.
Le chiavi di ciò che mi attrae sono la poesia ed il mistero, credo che siano come degli ami che ci attraggono a ciò a cui inconsapevolmente apparteniamo, credo che noi tutti facciamo parte di un’immenso se non infinito, «organismo» di cui chiaramente non possiamo vederne i confini (se confini ci sono) ma alcuni di noi intuiscono questa cosa. Non si tratta di religione quanto di non voler credere che siamo poi così grandi e potenti come invece certe religioni fanno credere. Io non voglio mettere l’umanità al centro delle cose perché già molti lo fanno e perché credo sia, almeno in parte, distruttivo questo concetto. Credo piuttosto ad una grande entità a cui apparteniamo, così come di noi fanno parte piccoli e piccolissimi organismi che nulla sanno di noi come persone, nulla sanno della nostra vita e della nostra dimensione di vita.
Beh insomma una specie di immenso plancton nel quale siamo immersi. Per tornare ai gioielli, vorrei riuscire a trasmettere tramite essi un po’ di poesia e un po’ di mistero e il piacere che traggo dal crearli. Sono affascinata sia dalla leggerezza elegante e raffinata degli artisti giapponesi antichi e moderni che dai trionfi stilistici e barocchi di artisti europei come russi, francesi o austriaci. Mi piace spaziare attraverso diversi stili trovando in ciascuno di essi, anche se così diversi apparentemente tra loro, qualcosa che li accomuna.



Altro link per Les Lalanne:
http://www.sothebys.com/it/auctions/2013/s2-lalanne-n09033.html